Uncategorized

Come Liberare il Lavandino Intasato in Modo Naturale

È uno dei problemi più fastidiosi che possono capitare nel bagno o in cucina: si tratta della presenza di un lavandino intasato. In caso di comparsa di tale inconveniente, l’acqua corrente trova grosse difficoltà nel defluire, rendendo quindi il lavandino inutilizzabile.
In commercio esistono però numerosissimi prodotti specifici, più o meno efficaci al riguardo. L’aspetto negativo di questi ultimi è che molti di essi contengono elementi chimici altamente inquinanti. In tal caso, si può optare per un rimedio altrettanto efficace, ma naturale ed economico: l’aceto, in particolare quello rosso. Per ottenere un ottimo prodotto disgorgante, basta portare a ebollizione 2 litri di aceto e poi versarlo all’interno del lavandino. Per fare in modo che risulti efficace, basta non utilizzare il lavandino per alcune ore, in modo tale che l’aceto agisca al meglio per “liberare” le tubature intasate.
Un’alternativa a ciò (da realizzare con lo stesso procedimento) può essere rappresentata anche dall’utilizzo di un solo bicchiere di aceto (a temperatura ambiente), un po’ di sale da cucina, e tre litri di acqua bollente.