Cucina

Alimenti che Contengono Vitamina B6 – Quali Sono

Gli alimenti con vitamina B6 sono importanti per il benessere del nostro corpo, leggi la guida per conoscerne caratteristiche, tipologie, e come scegliere alimenti ricchi di vitamina B6 in base a criteri di qualità, aspetti nutrizionali, proprietà benefiche per l’organismo, prezzo e corretta informazione per il consumatore.

La vitamina B6, nota anche come piridossina, individua un gruppo di composti in forma diversa (piridossina, piridossale e priridossamina), assieme ai loro derivati fosforici. Esattamente come le altre vitamine B6 ci sono due modi per assumere la piridossina: o attraverso gli alimenti, oppure grazie ai processi di sintesi nella microflora intestinale. Diversamente da altre vitamine del gruppo, invece, risulta più resistente all’acqua e al calore.

Anche la vitamina B6 è interessata soprattutto nel processo di sintesi di carboidrati, lipidi, ma in particolare, rende possibile un miglior utilizzo delle proteine presenti nel nostro organismo. Inoltre, la vitamina B6 svolge un ruolo importante anche nella sintesi dell’emoglobina, permettendo quindi la produzione di globuli rossi.

Adottando una sana ed equilibrata alimentazione, non sarà difficile imbattersi nella vitamina B6, che è contenuta in buone quantità in alimenti come carne, pesce e legumi. Anche in frutta e verdura è possibile rinvenire questa sostanza, tuttavia in questo caso verrà assunta in una forma non sintetizzabile da parte dell’organismo, e quindi non verrà assimilata.

Proprio per il suo rilevante ruolo nell’utilizzo delle proteine, il fabbisogno di questa vitamina varia a seconda dell’apporto proteico della dieta, come anche in relazione al peso corporeo. Dagli studi effettuati, risulta infatti che i livelli di B6 aumentano nei soggetti che assumono poche proteine e viceversa diminuiscono nel caso di elevati apporti proteici.

Nei rari casi di carenza riscontrabili, si assiste prevalentemente a sintomi quali spossatezza, disturbi alle ossa, disfunzioni della crescita e una particolare forma di anemia chiamata ipocromia, proprio perché i globuli rossi sono più chiari, in quanto contengono meno emoglobina.